Paestum 1976-2012. Solo per donne

19 Set

Circolo Culturale e politico Cicip&Ciciap Milano
info@cicipeciciap.org
:

Paestum 1 ottobre 1976
Incontro Nazionale Femminista
Paestum 5/6/7 ottobre 2012

36 anni sono trascorsi…..
Ritrovarsi finalmente per fare il punto delle situazioni e sulle pratiche politiche che i movimenti, i gruppi e le singole hanno grandiosamente lavorato ed elaborato in tutti questi anni per nuove consapevolezze e prospettive.
Riteniamo che questa grande occasione avrebbe dovuto prevedere la presenza e la partecipazione esclusiva delle donne.

Molte di noi – a malincuore – non parteciperanno  all’incontro perché riteniamo   ancor oggi fondamentale l’esistenza di situazioni, occasioni e luoghi reali e simbolici separati. Riteniamo debbano esistere limiti invalicabili per coerenza, chiarezza, rispetto e autonomia.

 

Annunci

3 Risposte to “Paestum 1976-2012. Solo per donne”

  1. Luisa Vicinelli 23 settembre 2012 a 06:43 #

    Anch’io non parteciperò all’incontro. Sarebbe stata una cosa veramente innovativa in questo panaroma dove tutto è commistionato con tutto, un ritrovarsi fra donne per un confronto politico, forse sarebbe stato opportuno anche discutere di separatismo o meno. Ognuna fa pratica politica nella vita con gli uomini o senza, ma salvaguardare uno spazio è già pratica politica femminista. Mi rattrista pensare a una platea di tante donne con esiguo numero di uomini. Chi rappresentano? Le migliaia che che sono rimasti attaccati al patriarcato? I neofemministi, gli uomini intelligenti e sensibili? Se lo fossero, tutte e tre le cose, non ci sarebbe stato bisogno della loro presenza a Paestum. Il patriarcato da sconfiggere è quello che abbiamo interiorizzato e rievocare un luogo che è stato per sole donne e farne altro, ne è la prova.
    Mi dispiace per tanta amarazza, ma avevo accolto la notizia dell’incontro con molto entusiasmo.
    Luisa Vicinelli

  2. fabiola 22 settembre 2012 a 17:36 #

    Sono perplessa e sconfortata: ma non credete che le tristi anomalie di queste paese vadano discusse oltre che fra noi anche con gli uomini? La ricerca di luoghi simbolici ci ha portate fuori dai luoghi decisionali e ancora continuiamo a cercarli?
    Beate voi che non parteciperete per questo, c’è chi non può partecipare perché non in grado di affrontare la spesa del treno e dell’hotel! viva le differenze! Fabiola

  3. mimma marotta 22 settembre 2012 a 10:02 #

    credo anch’io che “luoghi separati” siano opportuni. Anche perchè la partecipazione degli uomini non è mai spontanea, sempre su invito, al “femminista” di turno. Negli ultimi 20 anni , ho sentito un solo uomo parlare ad una nostra discussione partendo da se stesso. Non ne ricordo il nome, è un operaio della fiat di Pomigliano.E , scrivendo Pomigliano , mi viene subito in mente un bellissimo pezzo dell’ultimo “Via Dogana”, dove , appunto, si diceva di una discussione avvenuta a Milano tra Lia Cigarini e Maurizio Landini della Fiom . Lia : ” Fa politica chi apre conflitti, chi lotta per il cambiamento, chi modifica il linguaggio. E’ politica , possiamo chiamarla politica prima, quella che fa la Fiom, quella che fanno le donne. L’altra è politica che formalizza quello che è già accaduto…”.

    Però mi pare esagerato non partecipare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: