Rassegna Stampa /Letizia Paolozzi – Dea-Donne e altri

8 Gen

Qualche domanda sull’onda rosa in Parlamento

Perdindirindina, sarà questa delle prossime elezioni politiche la carica del sesso femminile? La deputata Pdl Lella Golfo ha raccolto quattrocento  curriculum rosa da passare ai partiti. Professioniste, manager, imprenditrici – no, operaie e contadine no – aderiscono all’appello bipartisan. Di quale partito si tratti a queste signore e signorine pare importi poco. Fosse un tram sarebbero contente ugualmente. Purché passi.

Anche nel movimento di Snoq sono bipartisan. Cioè trasversali. Nella lettera di Cristina Comenicini e Francesca Izzo in cui annunciavano (su “Repubblica”) la decisione di non correre alle prossime elezioni politiche, hanno richiamata la necessità di “salvaguardare uno dei caratteri distintivi di Se non ora quando?, il suo essere composto da donne di diversi orientamenti politici, culturali, religiosi e di rivolgersi a tutti, donne e uomini, di ogni schieramento politico e di ogni credo”.

Intanto, il tecnico, ora (con delusione di tanti) “totus politicus” Mario Monti, nella sua Agenda, e persino su twitter, ha chiamato in causa le donne. Non è il primo. In fondo, a modo suo, l’ha già fatto Silvio Berlusconi puntando sfacciatamente sull’estetica (ma anche sulla voglia di vincere) più che sulla competenza femminile.

LEGGI TUTTO

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: