Tag Archives: incontro Bologna

Sull’incontro di Bologna

30 Ott

di Tristana Dini, Stefania Tarantino, Barbara Verzini

Carissime,
il nostro invito a Bologna per il giorno sabato 14 dicembre alle ore 15:00 non voleva essere un invito ad un generico incontro “post-Paestum” nazionale.
Dietro un invito si può trovare, intenso e variopinto, il movimento di un desiderio politico irriducibile che chiama all’incontro.
Ci teniamo a sottolineare che si tratta di un invito dato da una finalità precisa: mettere a tema il conflitto sorto a Paestum tra donne della stessa generazione politica, non anagrafica!
Da questo conflitto rimasto in sospeso ad ottobre potrebbero nascere tante cose, o forse nessuna, questo non lo sappiamo, è imprevedibile, ma ci sembra opportuno scoprirlo insieme. Però se si perde questo avvio e non si chiarisce che il punto di partenza è quello del conflitto tra donne della nostra generazione, cade la scommessa politica con cui è nato il nostro invito.
Come abbiamo scritto nell’articolo per il manifesto «si tratta di generare insieme l’inedito nei pensieri e nelle pratiche, per rendere proficua quella tensione costruttiva che si sprigiona anche dai conflitti più accesi».

In tutto il mondo siamo sempre in (più di) due

24 Ott

di Femministe Nove

Paestum ha segnato per noi un passaggio, personale e politico.
Paestum del 2012 ci ha fatte incontrare in quel gruppo nove in cui si è parlato di lavoro, reddito e precarietà, e non di rappresentanza, quello in cui ha prevalso il “femminismo radicale”, quello in cui sono stati messi in discussione rapporti di autorità e dinamiche di riconoscimento, in cui si è partite da sé per confrontarsi sulle strade percorse e per cercare nuove pratiche politiche femministe.
L’incontro tra molte di noi è avvenuto lì: un trovarsi che è stato un riconoscersi.
Paestum 2013 ci ha viste insieme, una accanto all’altra a portare un anno di lavoro fatto in comune.

Continua a leggere

“Eccitazione permanente” in relazioni politiche vive

22 Ott

di Sara Gandini e Laura Colombo

Pensare in presenza e niente esperte in cattedra anche quest’anno a Paestum. Si tratta del qui e ora, in relazione, una pratica politica viva, non un codice di comportamento o una lista di cose ammesse e precluse, non un’impalcatura. Infatti alcune a Paestum sono perfino salite sul palco per interloquire da femministe in un luogo del femminismo, nella maniera più efficace per loro.

L’imprescindibile per noi è poter scorgere semi di libertà femminile che germogliano. Quando ci sono donne che vivono la relazione tra loro come pratica politica e hanno il coraggio di rimettere in discussione tutto ma non il loro desiderio, il nostro stato di eccitazione prende il volo. È quello che abbiamo visto e sentito con la performance delle Femministe Nove a Paestum, che è stata un forte polo d’attrazione.

Continua a leggere

Rassegna stampa: Stefania Tarantino, Tristana Dini, Barbara Verzini – il manifesto

13 Ott

Cliccare sull’immagine o qui per visualizzare la versione pdf

Tarantino_Dini_Verzini_Corpo_a_corpo