Tag Archives: relazione tra i sessi

Il percorso maschile e Paestum

13 Set

di Stefano Ciccone e Claudio Vedovati

L’incontro nazionale promosso dalle donne a Paestum è un appuntamento che ci riguarda, come uomini. Ha già prodotto pensiero e ha affermato il carattere politico della relazione tra donne, spostando il discorso pubblico. Questa relazione non ci comprende, ma comunque ci trasforma e trasforma il mondo in cui viviamo, genera la necessità e la possibilità di un cambiamento nelle nostre vite. Se la libertà femminile ha cambiato il mondo, essa ha cambiato anche gli uomini: per noi è stata l’occasione per costruire anche un percorso di libertà maschile. Il nostro percorso individuale e collettivo come uomini è il frutto anche dalla relazione con il pensiero e la pratica delle donne, con il loro sapere e con il loro differente sguardo sul mondo.

Continua a leggere

Annunci

La politica delle donne è politica per tutti

11 Set

di Laura Colombo e Sara Gandini

A Mantova, il 7 settembre, durante l’incontro “Alle radici di una nuova convivenza” del Festival di Letteratura in cui si presentava il libro “Sovrane” di Annarosa Buttarelli, è capitato qualcosa di importante. Stefano Rodotà, davanti a una platea di centinaia di uomini e donne, ha riconosciuto il debito che ha nei confronti del sapere politico delle donne. Un sapere da cui ha imparato molto, senza rendersi conto che si trattava di pensiero e pratica femminili. Un uomo della sua età e con la sua esperienza ha riconosciuto pubblicamente la sua parzialità e si è messo in ascolto, dichiarando quanto la politica istituzionale non esaurisca il senso della politica e sottolineando che esistono livelli in cui agisce efficacemente la politica delle donne, al di là delle istituzioni.

Continua a leggere

Alcune riflessioni per un laboratorio

11 Set

di Lea Melandri

Nella speranza di poter essere in condizioni di venire a Paestum, dopo una brutta caduta estiva –ragione per cui non sono stata presente come avrei voluto nella discussione che si è aperta sul blog–  vorrei proporre alcune riflessioni per un laboratorio. I temi indicati nella Lettera di invito sono tanti e forse potremmo tentare di accorparne alcuni, in modo da mettere in evidenza i “nessi” che ci sono tra uni e gli altri. Riconoscere la diversità degli interessi e delle pratiche che contraddistinguono oggi il femminismo – e più in generale l’impegno culturale e politico della donne – è importante, ma se ci si incontra è anche per uscire dalla frammentazione, dagli specialismi o da contrapposizioni infondate, che indeboliscono l’azione di tutte.

Continua a leggere