Tag Archives: separatismo

Nate nel solco

1 Set

di Doranna Lupi e Carla Galetto

Abbiamo partecipato a Paestum 2012 e stiamo seguendo con attenzione lo scambio politico che attualmente si sta svolgendo sul blog in merito all’organizzazione di Paestum 2013. Siamo d’accordo nel constatare, come altre hanno già fatto, che il dibattito sulla partecipazione o meno di alcuni uomini stia prendendo molto spazio.

Continua a leggere

Annunci

Un pensiero scomodo appena fatto

26 Ago

di Adriana Sbrogiò

Sono grata alle donne che hanno avuto attenzione per il mio scritto, la lettura dei loro commenti mi ha fatto riflettere. Ben lontana da me l’idea di offendere, colpire, ferire. La mia intenzione è stata quella di dire qualcosa che potesse allargare l’ambito del possibile per costruire delle relazioni più civili e di pace, dato che relazioni di differenza corrette tra donne e uomini esistono già da tanti anni.

Continua a leggere

Guerra dei sessi e femminicidio non sono la stessa cosa

26 Ago

di Franca Fortunato

Ho letto con attenzione il testo di Adriana, che condivido in ogni sua parola . A lei mi lega una pratica e un lungo percorso politico sia nella rete delle Città Vicine, insieme ad altre e altri, che nella sua Associazione. In molte risposte, seguite al suo scritto, sinceramente, non ho visto un desiderio autentico di confronto, di dialogo con chi – come Adriana e le molte come lei, tra cui io – vuole venire a Paestum senza nulla cancellare della propria esperienza politica con donne e con donne e uomini.

Continua a leggere

Donne e uomini: è importante un confronto vero. Non solo a Paestum

24 Ago

di Alberto Leiss

Adriana Sbrogiò mi chiama in qualche modo in causa, citandomi – e con lei Marco Cazzaniga, dichiarando il proprio desiderio, come già Alessio Miceli – nel dibattito sulla partecipazione o meno di uomini all’incontro di Paestum 2013. Con Adriana, Marco e Alessio abbiamo una lunga pratica politica comune. Siamo d’accordo su un punto fondamentale: nuove relazioni politiche tra uomini e donne, nella consapevolezza della differenza dei sessi e dell’esaurimento simbolico del patriarcato, sono la via principale per cambiare, sovvertire una politica – finora determinata dal maschile – che sta fallendo clamorosamente.

Continua a leggere

Perché io, uomo, desidero andare a Paestum

23 Ago

di Marco Cazzaniga

Vorrei andare a Paestum perché lì si incontrano tra di loro centinaia di donne che manifestano la loro libertà e la loro forza femminile. Ci andrei per ascoltarle, convinto che, in quel parlarsi tra donne, farei un’esperienza del tutto nuova rispetto ad altri incontri, e capirei ancora meglio come e verso dove, con la loro libertà e forza, desiderano e possono andare, senza l’impedimento e l’ostacolo che gli uomini oppongono.

Continua a leggere